Biography

Author Picture

Vincenzo Picone

Vincenzo Picone nasce il 19 febbraio 1993 ad Anzio, in provincia di Roma. Fin da piccolo manifesta un forte interesse per la lettura, in particolare verso il genere fantasy. Col tempo i suoi gusti in materia si allargano anche verso la fantascienza, i romanzi di avventura e quelli di genere storico, tuttavia il fantasy rimane il suo genere preferito, tanto da farlo avvicinare al mondo dei giochi di ruolo dal vivo, che lo accompagnano nel suo percorso di crescita per parecchi anni. Nel 2013 inizia i suoi studi universitari nella facoltà di economia di “La sapienza, università degli studi di Roma”, dove rimane per i cinque anni successivi. Il 2013 è anche l’anno in cui inizia a scrivere in maniera assidua, sfruttando in particolar modo il tempo del viaggio in treno. Dopo un anno e mezzo di lavoro auto-pubblica il romanzo fantasy “La chiave di Dustmoor”, in cui raccoglie molti degli elementi che accompagnavano le sue letture precedenti, ma generando da esse una storia originale. Prima ancora della completa pubblicazione di “La chiave di Dustmoor” inizia la scrittura di un’altra opera, Shade, che sarà completa a luglio 2016 e pubblicata nel febbraio 2018 dalla casa editrice Greco&Greco di Milano. “Shade” è un’opera di genere fantascienza, che riflette nuovi interessi e nuove attenzioni verso altre tematiche, talvolta più attuali. Una piccola parentesi merita anche un’altra opera, realizzata nei primi mesi del 2016 e successivamente auto-pubblicata. Si tratta di “Le avventure di Sam- Il salvataggio della Vignarola”, una favola per bambini di un’ottantina di pagine i cui proventi sono stati indirizzati alla difesa legale della Vignarola, una zona verde nel comune di Anzio minacciata da un invasivo progetto edilizio. Incidentalmente, la scrittura e l’esperienza di presentare “Le avventure di Sam” lo fa avvicinare all’ambito umanitario. Fin da aprile 2017 è impegnato nella scrittura di una trilogia intitolata “Oltre le colonne”. Nel 2018 pubblica Oltre le colonne: il Globo dei Draghi per Santelli editore.