Gianni Garrucciu: “Buonasera ovunque voi siate”. L’importanza della radio dagli anni ’80.

Nel cammino dal 1924 ad oggi la radio ha affrontato molteplici temi sociali, politici e culturali legandosi sempre di più alla crescita del paese. Il podcast “Il pescatore di perle” durante la puntata del 17 settembre 2022 tratta proprio di questa specifica tematica con lo scrittore Gianni Garrucciu.

Garrucciu, come da lui stesso sottolineato, per la stesura della sua opera ha raccolto tutte le testimonianze di chi aveva fatto la radio durante gli anni ’80, come Renzo Arbore o Enzo Biagi. Erano anni in cui la radio ha aiutato gli italiani a rinascere dalle macerie della guerra.  L’opera di Garrucciu racconta benissimo che grazie alla radio ciò che rimane, in una società in cui siamo costantemente sommersi dai video, sono le voci

Durante il corso della sua nascita ed evoluzione, la radio ha raccontato i drammi del nostro Paese. Nel 1945 la prima radio a dare notizia che la guerra fosse finita è stata “Radio Sardegna: da quelle stanze di Cagliari il mondo ha appreso, con circa un’ora di anticipo rispetto alla BBC, della resa tedesca e della fine della guerra. Una volta terminata la guerra la radio ha contribuito a costruire la lingua e a trasformare l’Italia dei mille dialetti. 

Andrea Borgnino arriva a parlare di un vero e proprio neorealismo radiofonico diffusosi durante gli anni ’50 e ’60: l’Italia veniva raccontata in tutta la sua bellezza, in ciò che funzionava e che non funzionava.

Per comprendere fino in fondo quanto ha contato, e conti tutt’ora, la radio basti pensare al racconto radiofonico dello sport: anche qui all’interno dell’opera di Garrucciu è possibile trovare lo struggente racconto di Zavoli che, come l’autore stesso ha sottolineato, è sufficiente per delineare il valore sociale della radio pur parlando di sport.

Come Rico Icardi ha detto a Garrucciu:

“Ricorda sempre che la voce è più importante delle impronte digitali. Quando parli la gente capisce se sei onesto o no: cerca di sorridere così metti di buon umore la gente perché con la voce non puoi bleffare. E allora quando parli solleva le rime labiali verso l’alto perché con te sorriderà chi ti ascolta”


Per ascoltare il podcast completo clicca qui : Il pescatore di perle | Viva la radio | Rai Radio 1 | RaiPlay Sound.

“La scienza dell’anima”: il volume dello psicoterapeuta bolognese Simone Biondi che ci spinge a riflettere sulle basi epistemologiche della psicoterapia.

20 Settembre 2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.