“I differenti” di Antonio Montagnese dall’8 novembre in libreria

Tra la bellezza della natura e i vizi della borghesia

8 novembre 2021. “I differenti” di Antonio Montagnese (Santelli editore, 2021) sarà presto disponibile online e in tutte le librerie.


“I differenti” è un romanzo rivolto ad un vasto pubblico, in modo particolare ai giovani che potranno acquisire un pensiero critico su alcune tematiche che impediscono il cambiamento sociale.

Il volume racconta di due famiglie contadine che nella loro semplicità vivono a diretto contatto con la natura traendone giovamento ma anche la tutela della sua bellezza. Ma successivamente vengono a confronto con la borghesia e la sua corruzione, pronta a distruggere l’ambiente che li circonda, pur rimanendo nei limiti delle loro legge ingiuste, e la vita stessa dei contadini.

Appunto, l’autore analizza i comportamenti degli esponenti delle logge massoniche e ricostruisce il danno sociale causato dai loro stessi comportamenti.

“Leggendo il libro si può comprendere come si rende impossibile il cambiamento, come viene impedita la c.d. scala sociale e come si ostacolano e marginalizzano le persone competenti” afferma Antonio Montagnese.

Un libro unico perché tratto da una storia vera: “I differenti”, tra la bellezza della natura e i vizi della borghesia.

Ufficio Stampa Santelli editore

ufficiostampa@santellieditore.it

www.santellieditore.it

391.4602257

SCHEDA DEL LIBRO

GenereNarrativa
CollanaNarrativa Santelli
EditoreSantelli
Data uscita08/11/2021
ISBN9788892929708
Pagine176
Formato14 x 21, brossura
LinguaItaliano

CONTENUTI DEL LIBRO

Due famiglie di contadini, con due figli ciascuna, vivevano immersi nel loro ambiente naturale, svolgendo grandi fatiche e godendo dell’ineguagliabile spettacolo della bellezza che soltanto la natura sa offrire. Le due famiglie contadine capiscono l’importanza e apprezzano la natura che li circonda, essendo coscienti e consapevoli che dalla protezione dell’ambiente dipende il loro futuro e il futuro di tutti gli uomini. Vivono una vita semplice ma anche tanto serena e umanamente ricca. La loro serenità e la stessa loro vita si spezzerà quando si scontreranno con la borghesia, i suoi vizi, le sue scaltre furbizie, la sua corruzione. La borghesia, e in particolare la giustizia ingiusta, composta da insensibili parrucconi, associati in logge massoniche segrete, legati da amicizie importanti, travolgeva schiacciando, senza neppure accorgersi, la vita, le speranze e il futuro delle due famiglie contadine, e con esse i sogni e gioiosa serenità dei loro figli. Il destino dei giovani si compie sul marciapiede davanti il tribunale, quando un avvocato colmo di brillante ignoranza comunicava la condanna dei loro genitori, emessa da un ottuso giudice.

Giovanni Cardone presenta “Peregrini” al Palazzo delle Arti di Napoli il 9 novembre

8 Novembre 2021

“Irene F. Diario di una borderline. 10 anni dopo” di Eugenio Cardi su Quiiky Mazagine

8 Novembre 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.