“DIETRO LE SBARRE” SEGNALATO DA SABRINA LUPACCHINI

Sabrina Lupacchini ha segnalato per il Redattore Sociale la lettura del libro di Angela de Sensi, “Dietro le sbarre” (Santelli editore, 2020).


“Dietro le sbarre”

Angela de Sensi svela il modo di rapportarsi con i sentimenti dei detenuti.
A partire dal rapporto con le famiglie, con le vittime dimenticate ed innocenti, i bambini, per arrivare al rapporto col partner sia preesistente che intramurario.

Si prende quindi in considerazione l’istituzione delle love rooms, luoghi dove coltivare i propri affetti lontano da sguardi indiscreti. Le celle dell’amore sono tornate all’attenzione pubblica con una proposta di legge basata sulla Convenzione Europea dei diritti dell’Uomo secondo cui “il comportamento sessuale è considerato un aspetto intimo della vita privata“.


Di seguito riportiamo una parte dell’articolo di Sabrina Lupacchini.


Dai dimenticati della pandemia all’affettività “ristretta” dei detenuti: 10 libri sociali

Tra i temi di questo numero: la falsa ripartenza delle persone in condizione di vulnerabilità; i rischi dell’“ignoranza” e della mancanza di spirito critico; la “ristretta” affettività dei detenuti; la voce di un siriano sulla Siria martoriata; la scelta “possibile” della scuola parentale

Il delicato tema dell’affettività tra detenuti e familiari/partner che vivono fuori in una condizione di “normale” libertà irrimediabilmente spezzata, i legami filiali, la cui tutela (soprattutto quando sono coinvolti minori) dovrebbe occupare un posto di primaria importanza nell’Ordinamento penitenziale italiano e poi, il diritto alla sessualità di un detenuto. Sono i temi affrontati da Angela De Sensi in Dietro le sbarre. Relazioni affettive e sessualità reclusa dei detenuti (Santelli editore, 2020). L’autrice parte da una visione d’insieme della realtà delle carceri italiane e delle “affettività ristrette” approfondendone le conseguenze psicofisiche, fino a una riflessione sulle varie proposte di intervento. A partire dalle “Stanze dell’affettività”, luoghi dove coltivare i propri affetti lontano da sguardi indiscreti.


Per leggere l’articolo completo di Sabrina Lupacchini clicca qui.

"IL FAGGIO DI BUCHENWALD" RECENSITO DA LUIGIA AMICO

1 Maggio 2021

ANGELO SANZIO INTERVISTATO DA ALTRANOTIZIA

1 Maggio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.