BookAdvisor segnala “Foodporn” di Gabriele Battista

In un articolo dal titolo “10 libri (+1) usciti sotto pandemia (ma che non parlano della pandemia!)“, BookAdvisor presenta il libro di Gabriele Battista mettendone in rilevo l’argomento “inusuale”, anche se forse non nel senso che avrebbe assunto un po’ di tempo fa.

Ecco uno stralcio dell’articolo pubblicato il 2 luglio 2020 da Francesca Romana Cicolella:

Durante il periodo del lockdown causato dalla pandemia sono usciti tantissimi libri. Molti, forse troppi, hanno come tema principale il Covid-19 e ciò che stiamo vivendo. Molti altri, invece, hanno subito la pandemia pur non parlandone: la loro uscita era programmata la prima metà di questo funesto anno, sono usciti lo stesso e non senza difficoltà.

Promuovere un libro senza poter fare eventi e presentazioni, raccontare una storia che non sia quella attuale e farlo solo online non è semplice. Molti autori (e i loro uffici stampa), probabilmente, si saranno sentiti fuori luogo e fuori tempo, colti alla sprovvista dopo aver programmato eventi e pensato per mesi a come presentare la loro storia.

L’idea di un libro che esulasse da un tema fin troppo predominante e importante, di un racconto che anche solo per qualche ora potesse “distrarre” e portare in mondi e momenti diversi è parso strano. Eppure autori e case editrici non si sono persi d’animo, hanno pensato – a ragion veduta – che la letteratura non potesse fermarsi, che i lettori hanno bisogno sempre di tutte le storie possibili.

Abbiamo scelto quindi 10 (+1) libri che, seppur usciti sotto pandemia, non parlano della pandemia e che, probabilmente, vale la pena leggere!

Foodporn – Gabriele Battista

Alessio Zanna è un giovane solitario ossessionato dalla cucina: venera i grandi chef, star della televisione, e prova a emularne le ricette che guarda compulsivamente su Youtube. Anaffettivo e dissociativo, cerca di mascherare le sue fobie sociali in una Roma sciatta e contraddittoria, specchio di un mondo nel quale un terremoto ancora in atto fa crollare valori condivisi e istituzioni.
Il lavoro alienante, il machismo, il nichilismo, lo spettro delle dipendenze, la difficile ricerca di un proprio pensiero critico, l’insolente rapporto con il Sacro e con un’infanzia a dir poco traumatica sono solo alcuni degli ingredienti che rendono Alessio Zanna uno squisito condensato del millennial in salsa italica. Eppure, non del tutto rassegnato, rimane stoicamente alla ricerca di sé stesso, dalla Puglia delle origini ad un low-cost per Londra fino alla scelta cruciale tra amore e autodistruzione, crescita e paura del passato che torna nei panni del terrificante Tonio Sassetti.

Gabriele Battista ha raccontato una storia densa, che contiene tutti i temi che i giovani di oggi non riescono a sentire lontani e che gli adulti dovrebbero sapere per capire le nuove generazioni. Non rassegnarsi, anche uscendo in piena pandemia, è d’obbligo.

Foodporn” di Gabriele Battista, uscito il 21/01/2020 per Santelli editore.


Per leggere l’articolo completo direttamente sul sito clicca qui.


Per acquistare il libro clicca qui.

Ora è realtà il romanzo della biellese Veronica Rosazza Prin: “Un fantasy differente e fuori genere”

10 Febbraio 2021

"Diario di un delirio" di Lucilla Vianello su ANSA

10 Febbraio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.