Il blog “Il colore dei libri” ha recensito “Gorgò. La Regina di Sparta” di Beatrice Giai Gischia

Amo leggere romanzi storici, soprattutto se parlano di personaggi veramente esistiti, così quando ho visto questo libro che parla di una regina poco conosciuta ne sono stata attratta.

La trama è avvincente ed è bello essere catapultati nell’atmosfera dell’antica Grecia.

Gorgò è la figlia di re Cleomene I, bella e spensierata non si trova pronta quando suo padre muore e lei deve sposarsi per poter essere regina.

Fa di tutto per rinviare il suo matrimonio con il più anziano dei suoi zii, un matrimonio combinato, perché le donne in Grecia non possono decidere con chi sposarsi.

Gorgò è ribelle, vuole cambiare il suo destino, ma quando la sua patria la richiama all’ordine non può che accettare.

Gorgò è una donna forte, passionale, ribelle, intelligente e acculturata.

Ha un gran cuore e riesce a conquistare, con il suo comportamento generoso e caparbio, il cuore di ogni persona che entra in contatto con lei.

È una delle poche donne acculturate di Sparta e i suoi consigli vengono sempre presi in considerazione.

Ben descritta e caratterizzata risulta essere un personaggio in crescita.

La lettura è scorrevole anche se in qualche punto il racconto risulta dispersivo.

Capisco la voglia di descrivere minuziosamente la vita di questa regina, ma così facendo il ritmo ne risente.

Tra l’altro ho trovato anche alcune imprecisioni, niente che con un editing accurato non si possa sistemare, ma comunque dispiace, vista la levatura del racconto.

Lo stile è chiaro, alcune volte impersonale, con pochi dialoghi e molte descrizioni e se da una parte si riesce a percepire la vita, gli usi e costumi di una città come l’antica Sparta, l’intreccio narrativo ne risente.

Ben descritta l’ambientazione che fa da perfetta cornice alla trama per trasformarsi, in alcuni momenti, nella protagonista principale.

Un libro che è a metà tra romanzo storico e biografia.

Si percepisce la grande ricerca che l’autrice ha fatto sulla vita della protagonista che risulta reale.

Da leggere in inverno, assaporando dolcetti al miele e bevendo tisane.

Consigliato agli amanti del genere storico e a tutti coloro che vogliono conoscere come viveva la donna nell’antica Sparta.


Questa recensione è stata curata dal blog I colori del libro.
Per leggerla dal sito clicca qui.

Per acquistare il libro clicca qui.

Il libro "Emotional Branding" di Alfredo Citro recensito dal blog "Gli Occhi del Lupo"

8 Febbraio 2021

Il blog "Gli occhi del lupo" commenta "Macabro Sirtaki" di Augusta Schilirò

8 Febbraio 2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.