“I MISTERI DELL’ARTE” IN LIBRERIA: UN MANUALE DI STORIA DELL’ARTE DIFFERENTE

Settembre 2020.“I misteri dell’arte di Rodolfo Bersaglia (Santelli editore, 2020) è ora in libreria e in tutti gli store online. Quante volte avete cercato un libro che potesse farvi intendere l’arte e la sua storia in poco tempo, appassionandovi e arricchendovi degli strumenti per saper interpretare un’opera e il suo contesto culturale? Come apprendere l’indispensabile conoscenza riguardo ad un campo sterminato come la storia dell’arte se non informandovi sulle sue opere risolutive, presentandone i significati e i retroscena che molte di esse hanno serbato nei secoli? I misteri, gli intrighi e gli equivoci che dipinti o sculture famose hanno da rivelarci sono esplicitati nel testo.

Con un linguaggio chiaro ma non semplicistico, l’autore guida il lettore alla conoscenza e al piacere dei lavori d’arte con informazioni e descrizioni che guidano alla loro disamina. Grazie alle attente descrizioni delle opere prese in considerazione si forma nella mente del lettore un racconto illustrato con cui l’apprendimento storico si fonde all’educazione visiva. L’essenza di ciò che occorre sapere riguardo alle arti figurative è contenuta in questo testo, che con agilità narrativa, oltreché esplicativa, tocca i punti salienti dell’attività dei grandi maestri, quanto di opere meno conosciute.

Il libro da un lato informa il lettore con semplicità sull’evolversi delle fasi e delle correnti dell’arte, dall’altro fornisce sintetici quanto illuminanti approfondimenti utili ad apprezzarne i reconditi risvolti. Ciò costituisce infine uno sprone alla ricerca che il lettore potrà affrontare autonomamente grazie a quanto letto. Per rintracciare gli approfondimenti che compaiono nel libro, il lettore avrebbe dovuto ricorrere ad una molteplicità di testi, che sono qui richiamati sublimandone i più godibili spunti.

Il testo presenta le interpretazioni più aggiornate su capolavori avvolti da misteri secolari. Per citare un solo esempio: sanno al museo di Cleveland di avere la statua originale dell’Apollo sauroctono da cui fu tratta la copia del Louvre?

Le vite degli autori e dei loro lavori sono svelate, affermando non di rado ciò di cui la storia dell’arte non si è curata o non ha avuto il coraggio di rivelare.

I lavori presi in esame sono altresì appartenenti all’immaginario collettivo, che ogni appassionato ha in serbo nella sua memoria visiva, e a cui collegherà i significati risolutivi per interpretarli al meglio. Il piacere sarà apprendere le rivelazioni dei capolavori, che consentiranno al lettore di attraversare il tempo dalla preistoria sino alla metà dello scorso secolo.

Quanti libri di storia dell’arte dovremmo comprare per sostenere uno o più esami universitari? Questo saggio diviene così anche un prontuario, mai superficiale, ad uso didattico, di studio e approfondimento. Consente infine di scoprire anche opere fin qui reputate marginali e invece basilari per indagare sul corso dell’arte.

La storia dell’arte si dedica spesso ad un’interpretazione meramente storica o formale dell’opera, dimenticando come lo stato d’animo dell’artista, derivato dagli eventi della sua esistenza, sia alla base della creazione.

Il testo indaga sul “micro-ambiente” familiare e sociale che circonda l’artista, il suo ambito personale e culturale, che interagisce con la storia della regione e nazione in cui esso vive.

La condizione psicologica con cui l’artista subisce, combatte o domina gli eventi, agisce mutando colori e pennellata, composizioni e tenore emotivo del dipinto. La condizione morale e umorale dell’artista mostra infinite variazioni nei significati trasmessi dalle opere.

L’artista si predispone a cogliere l’insorgere d’insopprimibili stimoli e bisogni comunicativi. Tale azione diviene terapeutica al fine di sanare ogni proprio “trauma” attraverso la creazione, che diviene il “thaûma” o prodigio, che reca beneficio nell’autore dell’opera come nel fruitore di essa.

È recentemente cresciuto un desiderio di informazione ed emancipazione nei riguardi delle arti da parte del lettore comune. Il saggio può essere adottato come viaggio contemplativo attraverso le descrizioni dei periodi dell’espressione artistica e delle personalità che questi hanno ispirato. Nel testo sono altresì riportate le geniali intuizioni come le cantonate della critica storica.

Il percorso è costituito dall’osservazione delle opere, lette nei loro significati e allineate in un “itinerario cronologico-evolutivo” di cui sono individuati e chiariti i “concetti chiave”. Ciò per comprendere il singolo lavoro d’arte all’interno del “sistema estetico e culturale” in cui esso è prodotto.

Questo testo può essere letto come un “romanzo storico” e un “romanzo psicologico”, dalle cui pagine si sviluppa parallelamente il “thriller” costituito dalle investigazioni svolte su autori e opere. Da ciò deriva il godimento della sua lettura.

Il libro è sia didattico chiarendo aspetti che vanno conosciuti al fine di affrontare un percorso di analisi, sia speculativo, su aspetti misteriosi o poco chiari delle opere prese in esame. Esso permette di comprendere la storia dell’arte attraverso una rilettura delle sue opere eccelse di cui scoprire le affascinanti rivelazioni, mentre i dati biografici sugli autori illustrano i “moventi psicologici”, che hanno condotto al “progetto” come al “costrutto intellettuale” dei concepimenti artistici.

La “poetica” è così trasmessa con il suo corollario degli orientamenti formali, comunicativi ed espressivi e le “opere-manifesto” esaminate interpretate come prodotti culturali in grado di recare epocali mutamenti nel modo di produrre e concepire l’arte. Il pieno godimento della lettura proviene dal rilevare i risultati dell’emancipazione dell’artista rispetto ai propri tempi. Ogni opera è infine prima analizzata formalmente attraverso una “lettura della forma” (iconografia), per poi approfondirne i significati con una “lettura dei significati” (iconologia). Tutto questo è sperimentato nel libro, che invita il lettore ad una propria emancipazione in ambito storico come in quello interpretativo.

È un viaggio nei periodi più amati e conflittuali della storia dell’arte, che rilegge le opere attraverso le più recenti ed avvincenti interpretazioni.

Il testo si presta alla lettura di una vasta parte di appassionati e neofiti, che intendano avvicinarsi al mondo dell’arte. È impostato per giungere all’organizzazione di una diffusa utenza, che può in tal modo avere chiarimenti riguardo a problematiche difficili da ritrovare in un unico manuale o in una trattazione specialistica o divulgativa. Il Sogno è che possa divenire un fluido rendiconto su ciò che ha appassionato lettori di vario orientamento e interesse e per questo attrarre un’ampia fetta del mercato del libro.

Ufficio Stampa Santelli editore

ufficiostampa@santellieditore.it

www.santellieditore.it

0984.406939


Per acquistare il libro clicca qui.


SCHEDA DEL LIBRO

GenereManuale storico-artistico
CollanaGMS
EditoreSantelli
Prezzo€. 29,99
Data uscita17/09/2020
ISBN978-8831255653
Pagine361
Formato21 x 27, brossura

CONTENUTI DEL LIBRO

Cerchi un libro capace di far intendere l’arte, la sua storia, la sua evoluzione, la sua analisi in poco tempo lasciandoti pieno di strumenti e curiosità? Eccotelo tra le mani! Con semplicità e chiarezza, si svelano non solo l’indispensabile conoscenza ma anche i misteri, gli intrighi e gli equivoci che compongono i dipinti e le sculture più famose.
Esaminando il contesto socio-culturale e portando anche illustri e curiosi esempi, si prendono in esame i punti salienti che hanno caratterizzato i grandi maestri: cosa ha scaturito in loro la scintilla e perché una pennellata è stata data in un modo e non in un altro? Un saggio che così diviene un prontuario per approcciarsi, ricordarsi e approfondire la storia più bella dell’umanità: quella dell’Arte.

L’AUTORE

Rodolfo Bersaglia si laurea in Lettere moderne (indirizzo storico-artistico) all’Univ. di Macerata e ad Urbino, presso l’Istituto Superiore per le Industrie Artistiche. Consegue anche il Diploma della Scuola Superiore di Giornalismo. Ha svolto due dottorati dell’Università Politecnica delle Marche: “La Città Adriatica” e “Analisi culturale e artistica del territorio”.

È stato professore a contratto presso il dipartimento di Urbanistica dell’Università Politecnica delle Marche, insegnante di Metodologia della Progettazione e Storia delle Arti Applicate presso l’Accademia di Belle Arti di Ancona (Poliarte), ove ha anche svolto il ruolo di direttore del Dipartimento di Belle Arti.

Allievo di Pietro Zampetti (Univ. di Urbino), Michele Provinciali (New Bauhaus di Chicago) e Corrado Gavinelli (Politecnico di Milano), ha anche svolto attività di grafico editoriale e pubblicitario con Franco Giacometti per la Benetton di Treviso. È stato illustratore e impaginatore per Vickie Shafer presso lo studio Toth Design di Boston. Ha realizzato l’immagine istituzionale dell’Università di Camerino e Macerata. Ha vinto l’annuale premio del Governo del Giappone pubblicando, in inglese e giapponese, un saggio sulla Cooperazione Artistica tra Giappone ed Europa.

In qualità di Art Director per la BBDO di Bologna ha progettato con Emilio Bizzarri l’immagine istituzionale del Teatro Comunale di Bologna curandone diverse advertising. Ha vinto due volte il premio per giovani artisti “Il cronista dell’anno” ed è vincitore della più recente edizione del Premio Marche.

Nel ’97 ha esposto alcune opere pittoriche all’inaugurazione dell’anno artistico della galleria il Diagramma di Luciano Ingapin a Milano. È stato invitato dalla Galleria Jack the Pelikan Presents di New York al Flash Art Show (Milano 2005) e ha fondato con Chi Modu la corrente fotografica “Psyche Street”.

Ha collaborato come illustratore per le case editrici Mondadori (rivista Ventiquattro) e Feltrinelli. È stato con Angelo Schwartz curatore dello sviluppo dell’immagine dell’Istituto Psico-Pedagogico di Osimo, inventando il metodo della stampa a rilievo su materiali soffici al tatto per la comprensione degli spazi architettonici e degli alzati di edifici per i non vedenti.

“IL SISTEMA AFFIDI ITALIANO. CRITICITÀ DI UN MONDO DA RIVEDERE” IN LIBRERIA: IL TEMA DEGLI AFFIDI AFFRONTATO DA DIVERSI PUNTI DI VISTA

14 Novembre 2020

“LA SCIENZA DELL’ANIMA” IN LIBRERIA: LA CRISI EPISTEMOLOGICA DELLA PSICOTERAPIA TRA PSICOLOGIA E FENOMENOLOGIA

14 Novembre 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.