Amazon blocca i libri (e non solo)

Amazon ha deciso di dare priorità alle merci destinati alla casa e ad altre categorie merceologiche molto richieste, tagliando fuori così prodotti, tra cui i nostri libri, che si troveranno in consegne prolungate fino al 5 Aprile.

Siamo in piena crisi sanitaria e i disagi li percepiamo tutti. Chiusi in casa possiamo solo dedicarci alla lettura di un buon libro, Santelli per esempio, la visione di una serie tv appassionante o fare qualche attività casalinga. Ma è ormai risaputo che gli effetti dell’emergenza sanitaria travalicano i confini del “siamo costretti sul divano” e tocca tanti settori che a una prima occhiata sembrano ininfluenzati. Come quello dell’online. Amazon, visto l’accrescere di ordini e richieste di determinati prodotti ha così preferito ridurre gli ordini di acquisto e rallentare i rifornimenti diminuendo e prolungando le finestre di consegna. Evidentemente i libri non rientrano nella categoria di prodotti particolarmente richiesti, come ci viene comunicato dal nostro distributore Messaggerie Libri, penalizzando un mercato di per sé già molto difficile.

Ma cosa fare? Non potendo più ordinare online nemmeno libri, moriremo di noia? Per fortuna l’emergenza sembra far vacillare solo il colosso di Bezos, rimangono ancora attivi i portali specializzati. Si ci può dunque rifornire, oltre che sullo store interno della nostra casa editrice, in vere e proprie librerie online, come IBS e laFeltrinelli, che continuano imperterriti la missione di tenere in vita il genere umano, per citare un classico del cinema, “Medicina, legge, economia, ingegneria sono nobili professioni, necessarie al nostro sostentamento, ma la poesia, la bellezza, il romanticismo, l’amore, sono queste le cose che ci tengono in vita” (tratto da L’attimo fuggente, 1989).

L'intervista al Presidente Giuseppe Santelli

18 Marzo 2020

Santelli ai tempi del Covid-19

18 Marzo 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *